Blog

24-04-2018

Come ricavare un loft open space da un vecchio edificio in disuso

 

GoPillar
 

 

Quello di ristrutturare vecchi edifici, in particolare ex strutture industriali, più o meno fatiscenti per trasformarli in splendidi loft di design è un trend ormai più che consolidato. Sono migliaia infatti i loft ricavati da strutture precedentemente adibite a tutt’altra funzione d’uso e sono sempre di più gli architetti - se non le archistar - a dedicarsi alla progettazione di queste unità abitative in stile moderno.

L’esempio di cui vogliamo parlavi oggi è tratto come sempre dall’esperienza di un cliente di GoPillar.com, la piattaforma web dedicata alla progettazione architettonica e all’interior design, che ha lanciato un contest per raccogliere diverse idee su come rinnovare una grande rimessa in disuso e trasformarla in uno splendido loft di design.

 

GoPillar

 

Il progetto scelto come vincitore dal cliente banditore e realizzato dall’architetto italiano Erica Madeschi, punta sulla possibilità di sfruttare l’altezza elevata tipica di questo genere di edifici. Il punto di forza del progetto è, infatti, il soppalco che è stato posizionato in modo da poter essere accessibile sia da sopra che da sotto, creando una balconata (con parapetto in vetro) lungo tutto l'appartamento. Il soppalco sarà utilizzabile come libreria (in parte chiusa). Una porzione del soppalco, inoltre, anche se più bassa consente la realizzazione di una zona notte per bambini (comunque accessibile anche agli adulti).

 

GoPillar

 

Un altro aspetto tipico nella progettazione di questo genere di loft è la capacità di riunire tutti gli ambienti in un unico open space, mantenendo al contempo la possibilità di suddividere lo spazio per eventuali questione di privacy. Quest’aspetto è sviluppato molto bene nel progetto secondo classificato e realizzato dall’interior designer slovacco Oliver Hacaj, che ha utilizzato dei cubi modulari movibili, che possono essere utilizzati per rimodulare lo spazio o chiudere la zona notte nel caso in cui ci siano ospiti.

GoPillar

 

Infine, molto interessante anche il progetto realizzato dall’architetto italiano ma residente a Barcellona Alessandra Sansone, che ha punto sul contrasto tra il bianco assoluto delle mura e pochissimi arredi di design dai colori accesi per valorizzare e rendere ancor più moderno e vivo lo spazio. Un unico spazio bianco in cui si inseriscono pochi tocchi di colore.

facebooktwitter