Blog

24-04-2018

Come sapere se รจ conveniente isolare termicamente il soffitto della tua casa

 

 L’aria calda sale e nelle nostre case va verso il tetto. Di conseguenza, è lecito domandarsi se sia opportuno isolarlo termicamente. Tutto dipende da diversi fattori, che devono essere presi in considerazione.

 

pixabay
 

“La prima cosa da sapere è cosa c’è sopra il tetto della casa. Il tetto dell’edificio può essere piatto o inclinato, ci può essere una soffitta non abitabile, l’abitazione di un vicino, oppure un locale o un ufficio”, ha spiegato Pablo Garcia di Atrezo Arquitectos.Vediamo le diverse possibilità:

1. Il tetto dell’edificio

Saremo nel caso più sfavorevole di tutti, dal momento che il nostro soffitto è in contatto con un elemento direttamente esposto all’esterno. “Se è piatto è anche peggio, perché non c’è aria tra di loro che aiuta sempre a ridurre la trasmittanza. Il tetto esterno riceve il 50% della radiazione solare, quindi nei mesi più caldi può essere rovente. Ovviamente in questi casi il problema si risolve agendo dall'esterno con una nuova copertura adeguata alle esigenze del codice tecnico, ma se questa opzione non è possibile isolare, diventa raccomandabile isolare il nostro soffitto”, ha spiegato Garcia.

pixabay
 

2. Loft non abitabile

“Se il nostro soffitto è a contatto con questo spazio avremo una grande massa d’aria fino all’elemento di costruzione a diretto contatto con l’esterno, che è il tetto inclinato. Non è un caso sfavorevole come nel caso precedente, ma è comunque consigliabile isolare il tetto e possiamo farlo dalla soffitta in modo da non perdere l’altezza nelle stanze”.

3. Abitazione vicina

Anche se non sopportiamo il rumore dei nostri vicini, averne aiuta a garantire un comfort termico. Quando le pareti della casa, il soffitto e il pavimento sono in contatto con stanze abitate, non è necessario introdurre alcun tipo di isolamento. “Bisogna però considerare che molte case sono seconde abitazioni e quindi occupate occasionalmente. In questo caso sono possibili perdite di calore della nostra casa. Poiché non sapremo mai se tale situazione può cambiare, bisogna valutare se è opportuno fare un investimento e isolare l’immobile”.

4. Uffici o locali

Può succedere che quando siamo a casa, il luogo o l’ufficio siano completamente vuoti. In questo caso è consigliabile isolare il soffitto dall’interno.

pixabay
 

Come isolarlo senza lavori

Ma andiamo al pratico, come si può isolare il soffitto senza effettuare dei lavori? Se la spesa è troppo elevata o se un altro tipo di intervento è irrealizzabile, l’alternativa più elementare è isolare dall’interno con isolanti termici. “Gli isolanti termici riflettenti non trasmettono calore dall’esterno verso l’interno e viceversa. Hanno uno spessore di 25 mm, quindi praticamente non aumentano lo spessore del soffitto. Sono costituiti da 2 fogli di poliestere metallizzato rinforzato, 2 ovatte di poliestere, 6 fogli riflettenti e 5 schiume di polietilene di 1 mm. Oltre a fornire isolamento termico, sono resistenti all’umidità e aiutano nell’isolamento acustico”, ha affermato l’esperto.

 

FONTE: IDEALISTA.IT

facebooktwitter